26 Ottobre 1860 – Incontro di Teano

L’incontro di Teano tra Giuseppe Garibaldi e Vittorio Emanuele II può essere considerato l’ultimo avvenimento dell’epopea della spedizione garibaldina.

A conferma dell’opinione diffusa che la guerra nell’Ottocento poteva anche essere allegra Garibaldi, come noto, il 5 Maggio 1860 salpò da  Genova con i suoi Mille sbarcando senza difficoltà a Marsala. Dopo lo scontro di Calatafimi i successi di Garibaldi in Sicilia rappresentarono una vera e propria marcia trionfale.

Arrivato a Napoli il 22 Agosto Garibaldi, autentico rivoluzionario ma dalle scarse doti diplomatiche, avrebbe voluto continuare la sua marcia per Roma e risalire fino a Venezia.  Cavour, tuttavia, che scrutava attentamente i passi della spedizione garibaldina, era ben conscio delle pesanti ripercussioni che un’azione del genere avrebbero causato. Prendendo a pretesto una rivolta negli Stati Papali, Cavour entrò in azione. Così l’esercito piemontese, dopo aver battuto le forze papali a Castelfidardo, si ricongiunse infine con gli uomini di Garibaldi.

Il 26 Ottobre 1860 Vittorio Emanuele II incontrò Garibaldi che, seppur di tendenze repubblicane, era un sincero patriota ed acconsentì a fermare la sua azione individuale unendo il Sud al Nord Italia sotto casa Savoia.

Contributi multimediali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...