21 febbraio 1965 – Ucciso Malcolm X

Malcom X
Malcom X

Malcolm X fu un personaggio complesso che lottò per i diritti degli afroamericani. Venne ucciso, con sette colpi di arma da fuoco, per mano di alcuni membri dell’organizzazione Nation of Islam, il 21 febbraio 1965 a Manhattan . Il cognome “X” voleva significare il rifiuto ad accettare il proprio cognome, che una volta veniva assegnato ai neri americani dai loro padroni.

Con diversi problemi in famiglia, Malcolm X ebbe una gioventù difficile e complicata; fu conosciuto come “Satana” durante la sua prigionia per le continue bestemmie. Nel 1952 uscì dal carcere ed entrò a far parte della Nation of Islam, su invito del fratello Reginald. La N.O.I. era un gruppo di neri che credevano che tutta la gente di colore era, in origine, islamica. Per tale motivo si doveva tornare alla fede iniziale e, auspicavano, creare una stato per il popolo nero, diverso dagli Stati Uniti.

Una svolta importante nella sua vita fu il pellegrinaggio alla Mecca del 1964, dove cominciò a maturare l’idea che l’Islam era una religione in grado di abbattere ogni divisione razziale e che si era sbagliato quando condannava tutte le altre razze in maniera indiscriminata. Questa fu l’ultima evoluzione del suo pensiero, prima del suo assassinio nel 1965.

Contributi multimediali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...