20 Febbraio 1972 – Visita di Richard Nixon in Cina

Richard-Nixon-China-Chou--007

Con la visita del Presidente statunitense Richard Nixon in Cina iniziata il 20 Febbraio 1972 si compì un notevole passo avanti nel processo di riavvicinamento tra Cina e Stati Uniti. La visita di Nixon rappresentò un indubbio successo diplomatico per la politica del Presidente e del suo Segretario di Stato Henry Kissinger.

La visione di Kissinger delle relazioni internazionali era, essenzialmente, relativistica. Le grandi potenze andavano giudicate in base alla loro forza e non alla loro ideologia interna. In base a tali presupposti teorici la ricerca della sicurezza statunitense passava, nelle idee di Kissinger, attraverso  un equilibrio di forze della politica mondiale. La rivoluzione diplomatica rappresentata dal riavvicinamento sino-americano può essere, pertanto, inquadrata in tale contesto.

La visita di Nixon proseguì fino al 27 Febbraio. Nel comunicato finale, fatto della massima importanza, gli statunitensi abbandonarono la teoria delle “due Cine”, riconoscendo l’appartenenza di Taiwan alla Repubblica Popolare.

Annunci

23 Gennaio 1973 – Guerra del Vietnam: Nixon annuncia il cessate il fuoco

40 anni dopo, la foto 'Napalm girl' commuove ancora il mondo
Nel contesto degli Accordi di pace di Parigi di inizio anno, il 23 Gennaio 1973 il Presidente statunitense Richard Nixon annunciò al mondo che un accordo per il cessate il fuoco era stato concluso da Henry Kissinger  e la controparte nord vietnamita  Le Duc Tho.

Il cessate il fuoco del 23 Gennaio consentì la conclusione di più ampi accordi tra i belligeranti. Taliaccordi prevedevano la sospensione dei combattimenti ed il ritiro delle truppe statunitensi. Il governo nord vietnamita, a cui veniva riconosciuto il diritto di rimanere nella parte meridionale del paese, si impegnava, inoltre, a liberare i prigionieri statunitensi.

Gli accordi di Parigi rientravano in un piano più generale di progressivo sganciamento delle forze statunitensi dal conflitto vietnamita elaborato dall’amministrazione Nixon. Tale progetto imponeva una “vietnamizzazione” del conflitto. Si trattava, in sintesi, di uscire dal Vietnam attraverso un onorevole compromesso.

 

 

20 Gennaio – Insediamento Presidenti statunitensi

imagesNel 1937 con il secondo insediamento di Frank Delano Roosvelt alla presidenza statunitense, inizia la prassi di far insediare il 20 Gennaio i presidenti eletti in Novembre.

Dopo il terzo ed il quarto mandato roosveltiano, il 20 Gennaio 1945 avvenne l’insediamento del Vice Presidente Henry Truman succeduto alla presidenza dopo la morte dello stesso Roosvelt.

Dopo Truman giurarono il 20 Gennaio:

  • 1953 e 1957 Dwight D. Eisenhower;
  • 1961 John Fitzgerald Kennedy;
  • 1965 Lyndon B. Johnson (in carica dall’assassinio di Kennedy);
  • 1969 e 1973 Richard Nixon (sostituito nel 1974 da Gerald Ford dopo lo scandalo Watergate);
  • 1977 Jimmy Carter;
  • 1981 e 1985 Ronald Reagan;
  • 1989 George H. Bush;
  • 1993 e 1997 Bill Clinton;
  • 2001 e 2005 George W. Bush;
  • 2009 Barack Obama;
  • 2017 Donald Trump

Storico discorso di insediamento di John Fitzgerald Kennedy: